Disintossicare i polmoni: Rimedi per pulire i polmoni da nicotina e catrame

Molti utenti dopo aver letto il nostro articolo su come smettere di fumare, ci hanno contattato chiedendoci tante informazioni, tra cui una più ricorrente delle altre ovvero come disintossicare i polmoni dalla nicotina.  Altri quesiti correlati a questi sono stati ad esempio come faccio a togliere il fumo dai polmoni, dopo quanto tempo si puliscono i polmoni, alcuni volevano sapere se il latte pulisce i polmoni dal fumo, altri invece erano interessati a sapere se esistono farmaci per pulire i polmoni. Moltissime domande alle quali cercheremo nel tempo di dare risposte, oggi ci concentriamo però su dare rimedi e informazioni utili su Come disintossicare i polmoni dalla nicotina e dal catrame. Questa domanda spesso sorge dal fatto che molti fumatori non riuscendo a smettere di fumare, cercano un valido rimedio per poter comunque preservare la salute del proprio apparato respiratorio ed evitare malattie mortali ai polmoni o comunque riuscire a respirare meglio evitando la comparsa delle classiche patologie da fumatore come la bronchite, l’enfisema o la polmonite. Vediamo dunque come e se è possibile disintossicare i polmoni dalla nicotina anche senza smettere di fumare, sapendo che l’unico modo certo per liberare i polmoni dal catrame accumulato in anni di fumo di sigaretta inspirato è proprio quello di smettere di fumare.

Leggi tutto “Disintossicare i polmoni: Rimedi per pulire i polmoni da nicotina e catrame”

Faringite: infiammazione acuta o cronica della Faringe

La faringite è un’infiammazione acuta o cronica della mucosa tappezzante le pareti della FARINGE. La faringite acuta si accompagna per lo più con la rinite (infiammazione della mucosa delle fosse nasali) dando il quadro complessivo della rinofaringite. Ne esiste una forma primitiva catarrale (0 catarro faringeo acuto) dovuta a cause perfrigeranti (freddo umido) e una forma secondaria, dovuta a malattia infettiva generale (scarlattina, morbillo, vaiolo, influenza, tifo, ecc.) o a intossicazioni (mercurio, arsenico, antimonio, ioduro di potassio, gas tossici, ecc.).

Leggi tutto “Faringite: infiammazione acuta o cronica della Faringe”

Rimedi naturali tosse: I 7 metodi migliori per non tossire

Se hai deciso di visitare questo articolo è perchè come il 40% della popolazione Italiana in questo periodo sei vittima di tosse secca, tosse grassa, tosse stizzosa e non cerchi altro che un valido rimedio per sconfiggere la tosse! Sei nel posto giusto perchè non te ne dirò soltanto uno di rimedio ma ti sto per svelare ben 7 rimedi naturali per eliminare la tosse che ti infastidisce.

Potresti essere qui perchè è il tuo bambino a tossire o è un tuo familiare che in continuazione emette il caratteristico rumore della tosse facendoti desiderare che la smetta il prima possibile. Qualunque sia il motivo della tua visita, ti riporto di seguito 7 rimedi del tutto naturali per poter mandar via i colpi di tosse, tuoi o di chiunque altro!

Leggi tutto “Rimedi naturali tosse: I 7 metodi migliori per non tossire”

Naso: Anatomia tipi malformazioni funzioni e patologie del naso

Tipi di Naso e malformazioni

Il naso è una prominenza, a forma di piramide triangolare anatomicamente situato al centro del viso e fa parte dell’apparato respiratorio del corpo umano. Nel naso sono scavate le due fosse nasali comunicanti anteriormente con l’esterno ognuna tramite la corrispondente narice, e posteriormente col cavo faringeo tramite la corrispondente coana. Non tutti gli esseri umani hanno lo stesso naso, la sua forma può essere differente soprattutto se osservato di profilo.  Esistono diversi tipi di naso e ad ognuno è stato dato un nome in base alle caratteristiche anatomiche e di forma comuni come ad esempio:

  • Naso diritto o di Augusto, dal profilo perfettamente rettilineo
  • Naso greco, pur esso dal profilo rettilineo ma privo della lieve infossatura (angolo fronto-nasale) alla radice del naso
  • Naso rincagnato o di Socrate, a profilo concavo
  • Naso aquilino o di Dante, a profilo convesso

Spesso vengono confusi i diversi tipi di naso dalle caratteristiche forme alcune delle quali citate, con modificazioni patologiche a carico dello scheletro nasale, più che di variazione di forma si dovrà parlare di malformazione e ad esempio è possibile osservare il Naso camuso o a sella cosi chiamato perché una profonda depressione alla sua radice gli conferisce l’aspetto di una sella e che può essere espressione di sifilide congenita.

Per malformazione congenita il naso può altresì mancare (arinia), sdoppiarsi (birinia), allungarsi mostruosamente a guisa di proboscide (polirinia), mancare di aperture all’esterno, cioé di narici (atresia delle fosse nasali), presentare la persistenza della fessura facciale verticale mediana dei primi tempi dello sviluppo embrionale nel seno materno (naso di mastino), ecc. Queste malformazioni nasali congenite (di solito accompagnate da altre mostruosità fetali) sono determinate da sifilide ereditaria. Dal punto di vista della configurazione anatomica, nel naso si distinguono: una radice, che si incastra in alto tra le due sopracciglia; una base, costituita dall’estremità inferiore libera che presenta le due aperture dette narici; tre facce, di cui la posteriore e aderente allo scheletro facciale e le due laterali – destra e sinistra — sono libere e convergenti tra loro, e formano il dorso del naso.

Il Naso e le sue parti

Gli strati del naso sono cinque, e precisamente:
1°) la pelle, spostabile sui tessuti sottostanti in alto e aderente agli stessi in basso, in corrispondenza delle ali o pinne nasali;
2°) il connettivo sottocutaneo, che é più sviluppato in corrispondenza delle ali;
3°) i muscoli intrinseci nasali, che sono 4 (il piramidale, l’elevatore dell’ala, il trasverso, il mirtiforme) e conferiscono al naso quella ridotta mobilita di cui esso é dotato;
4°) lo scheletro osseo-cartilagineo, formato in alto dalle ossa nasali (due, uno per lato, che saldandosi tra loro costituiscono la volta o dorso del naso, assieme ai processi montanti dei due mascellari superiori, destro e sinistro), e in basso dalle cartilagini nasali costituenti il tratto inferiore del setto nasale e lo scheletro cartilagineo delle due ali nasali;
5°) la mucosa nasale, che tappezza le pareti delle due fosse nasali scavate nell’interno del naso.
Ogni fossa o cavità nasale risulta costituita da:
a) una parte inferiore — denominata vestibolo — che comunica all’esterno con la rispettiva narice ed é rivestita di pelle, su cui sono impiantati quei peli lunghi e sottili, che si chiamano vibrisse e hanno la specifica funzione di trattenere i granellini di pulviscolo atmosferico o di polveri varie che tendono a penetrare nella fossa nasale durante la fase inspiratoria;
b) una parte superiore — che costituisce la fossa nasale propriamente detta — suddivisa in tre concamerazioni o meati (superiore, medio, inferiore) a causa dello sporgere, dalla parete laterale della fossa, di tre laminette ossee più o meno accartocciate su sé stesse, chiamate cornetti o turbinati (pur essi distinti in superiore, medio e inferiore). La mucosa che riveste questa fossa nasale propriamente detta ha struttura diversa a seconda che tappezzi il tratto superiore o inferiore della fossa. Ogni fossa comunica posteriormente con la parte alta della faringe mediante un’apertura detta coana.

Funzioni del Naso

Il naso ha diverse funzioni, precisamente sono tre le funzioni che questa parte del corpo umano è adibito:

  • respiratoria l’aria esterna si riscalda passando per le fosse nasali, si arricchisce di un certo grado di umidità e si depura del pulviscolo atmosferico per mezzo delle vibrisse;
  • olfattoria percezione dei vari odori che avviene ad opera di speciali cellule olfattive poste nel tratto più alto della mucosa nasale;
  • fonatoria pronunzia delle consonanti nasali M ed N.

Patologie del Naso

Le patologie che possono colpire il naso in modo diretto possono essere:

  • Le RINITI ovvero infiammazioni della mucosa nasale che possono essere di varia natura e decorrere in modo acuto o cronico
  • il RINOSCLEROMA
  • la RINOSPORIDIOSI
  • la RINOLITIASI (o calcolosi delle fosse nasali) sono altre affezioni nasali

Tra i tumori del naso, i più frequenti sono i polipi mucosi (benigni) mentre molto più rari sono i sarcomi e i carcinomi (maligni); tra le malformazioni — oltre a quelle già menzionate — sono da ricordare le deviazioni del setto nasale, acquisite o congenite, che vanno corrette chirurgicamente quando sono di grado tale da rendere impossibile o difficile la respirazione per via nasale.

Mal di gola rimedi naturali: 6 rimedi della nonna per combattere la faringite

Avvertire dolore alla gola può essere davvero fastidioso. Un campanello d’allarme per il mal di gola può essere l’impossibilità o la ridotta capacità di ingoiare bocconi anche piccoli, o addirittura la saliva. Di solito non si da peso a questi lievi segnali, ma sarebbe opportuno farlo ed intervenire subito perchè spesso è proprio con questi piccoli sintomi che inizia il mal di gola.

Sono davvero tanti i rimedi casalinghi per il mal di gola, ed in questo articolo elencheremo alcuni rimedi naturali per alleviare i sintomi del mal di gola. Molto spesso per diverse patologie, siamo portati ad assumere farmaci per sconfiggerle, riuscire ad adottare rimedi naturali per problematiche come il mal di gola, può essere utile a non farci imbottire di farmaci come la tachipirina o l’Oki,  che potrebbero danneggiare altre funzioni nel nostro organismo.

Prima di elencare i nostri 6 rimedi naturali al mal di gola, è bene capire cos’è il mal di gola, quando la gola si infiamma e quali sono le cause e i sintomi che ci impediscono di inghiottire normalmente cibi o nei casi di infiammazioni gravi, ci procurano fastidi anche solo ingoiando la saliva. Prima di elencare i 6 rimedi al mal di gola, parleremo di:

  • Mal di gola (Faringite) definizione
  • Mal di gola cause
  • Mal di gola sintomi

Leggi tutto “Mal di gola rimedi naturali: 6 rimedi della nonna per combattere la faringite”

La laringe: Anatomia e funzioni


La laringe e un condotto che fa parte dell’apparato respiratorio e che comincia nella faringe e si continua nella trachea. Essa, oltre a dare passaggio all’aria che in ingresso ed uscita dai polmoni (inspirazione espirazione), è la sede in cui si producono i suoni.

La laringe è collocata anatomicamente nel collo, sul davanti della porzione inferiore della faringe e dell’esofago, in corrispondenza della IV, V, VI vertebra cervicale.

Leggi tutto “La laringe: Anatomia e funzioni”

La trachea: anatomia e funzioni


La trachea, presente nell’apparato respiratorio, è un tubo che fa seguito a quello laringeo, e si continua con i grossi bronchi. La trachea è lunga circa dodici centimetri ed ha circa due centimetri di diametro, si estende dalla VI vertebra cervicale alla IV-V vertebra toracica, ed a questo livello il tubo della trachea si divide diramandosi nei due bronchi, destro e sinistro.

Leggi tutto “La trachea: anatomia e funzioni”

Sbadiglio: Ecco i 3 motivi per cui si sbadiglia


Dalla mattina alla sera, più volte al giorno. Quasi sempre con gusto e con un certo rilassamento conseguente. A volte con pesantezza, senza via d’uscita. Più o meno ci rendiamo conto che è un segnale di stanchezza ma non andiamo molto oltre.

Eppure sbadigliare non è solo una manifestazione di noia, sonnolenza o stanchezza. Per esempio, secondo uno studio dello scorso anno firmato dallo psicologo Andrew Gallup del Suny College di Oneonta (New York) si tratta di un meccanismo intelligente di raffreddamento del cervello. Insomma un processo di omeostasi, che ci consente di recuperare un equilibrio fisiologico. Altri studi ne sottolineano invece la funzione rispetto ai livelli di ossigenazione del sangue, l’utilità nella distensione dell’apparato respiratorio, nell’aumentare lo stato di vigilanza in certe condizioni e così via.

Leggi tutto “Sbadiglio: Ecco i 3 motivi per cui si sbadiglia”

Bronchite: sintomi e trattamento


L’irritazione e l’infiammazione delle principali vie aeree dell’apparato respiratorio, ovvero i Bronchi causa la bronchite.Il principale sintomo è la tosse, mediante la quale può anche essere espulso del muco grigio-giallo detto catarro, seguito poi anche da respiro affannoso e mal di gola.

Quando è consigliato avere un consulto medico?

La maggior parte delle bronchiti possono essere trattate facilmente a casa con il riposo, farmaci non steroidei anti-infiammatori (FANS) e assumendo molti liquidi.
La visita del medico curante è importante ma è necessaria se compare una sintomatologia più grave o insolita ad esempio, se:

  • la tosse è grave o dura più di tre settimane
  • hai la febbre costante (una temperatura di 38 ° C o al di sopra) per più di tre giorni
  • la tosse con espettorato è rigato di sangue
  • avete già complicanze di base come asma o insufficienza cardiaca.

Il medico ha la necessità di escludere infezioni simili come le polmoniti, e ciò è possibile mediante una radiograafia del torace e con dei test sul muco espulso.
In caso di presunte condizioni di base non diagnosticate in precedenza, possono anche essere richiesti test di funzionalità polmonare; tipo la spirometria, che misura il volume di aria nei polmoni. Infatti la diminuzione della capacità polmonare può indicare un problema di salute di base.

 

spirometria

 

Trattamento della bronchite

Nella maggior parte dei casi, le bronchiti hanno un decorso di poche settimane, questo tipo di bronchite è noto come “bronchite acuta”, si dovrebbe bere un sacco di fluidi e stare molto a riposo.
In alcuni casi, i sintomi della bronchite possono durare più a lungo. Se i sintomi durano per almeno tre mesi, si ha la cosiddetta “bronchite cronica”. Non esiste una cura per la bronchite cronica, ma ci sono diversi farmaci per aiutare ad alleviare i sintomi. E’ importante evitare di fumare e di stare in ambienti pieni di fumo, questo può peggiorarne i sintomi.

 

Perché ho la bronchite?

Come detto in precedenza i bronchi rappresentano le principali vie aeree polmonari si diramano su entrambi i lati della trachea. Attraverso i bronchi l’aria inspirata, giunge alle parti più interne dei polmoni, le diramazioni dei bronchi via via diventano più piccole, andando a formare i bronchioli.
Le pareti dei bronchi producono muco per intrappolare la polvere e altre particelle che potrebbero altrimenti causare irritazione.
L’irritazione e l’infiammazioni dei bronchi provoca nella maggior parte dei casi bronchiti acute, inducendoli a produrre più muco del solito, di conseguenza il nostro corpo cerca di espellere all’esterno l’eccesso di muchi mediante la tosse.
Il fumo è la causa più comune di bronchite cronica, infatti nel corso della vita da fumatore, il fumo di sigaretta o sigaro può causare danni permanenti ai bronchi, a causa delle continue infiammazioni che subiscono.

Complicazioni

La complicanza più comune della bronchite è la polmonite; si manifesta quando l’infezione si diffonde ulteriormente nei polmoni, andando a formare del liquido che riempie gli alveoli all’interno dei polmoni. Statisticamente su ogni 20 bronchiti si ha come complicanza la polmonite. Le persone più a rischio di contrarre una polmonite sono:

  • anziani
  • persone che fumano
  • le persone con altre patologie, al cuore, al fegato o malattie renali
  • le persone con un sistema immunitario indebolito

La polmonite lieve di solito può essere trattata con antibiotici a casa, mentre i casi più gravi possono richiedere il ricovero ospedaliera. Come abbiamo accennato, sintomi della bronchite possono essere tosse e mal di gola. Se soffri di tale sintomatologia e sei certo che non si verificano a causa della bronchite, puoi leggere questi due articoli molto interessanti dove si elencano dei rimedi naturali:

 

Apparato respiratorio: Anatomia schema e patologie


L’apparato respiratorio, favorisce l’introduzione e l’espulsione di ossigeno e anidride carbonica dall’esterno dell’organismo al sangue, e dal sangue verso l’esterno. L’apparato respiratorio è costituito da una fitta rete di canali ed organi atti a favorire il processo della respirazione. La fase respiratoria consta di due fasi, l’inspirazione e l’espirazione. Durante la fase inspiratoria avviene il processo che vede introdurre ossigeno attraverso le cavità nasali (ispirando correttamente) o la bocca, che percorrendo le vie aeree dell’apparato respiratorio giungono fino ai Polmoni. E’ proprio nei polmoni che avviene lo scambio tra ossigeno inspirato ed anidride carbonica, quest’ultima rilasciata dal sangue, nei polmoni da il via a quello che è il processo espiratorio, ovvero di espulsione dell’anidride carbonica in cambio di ossigeno attraverso le vie aeree superiori.

Leggi tutto “Apparato respiratorio: Anatomia schema e patologie”

Tosse cronica e reflusso gastrico



La tosse cronica è un sintomo che può essere causato da più fattori, quindi una diagnosi corretta richiede un approccio multidisciplinare, un consulto da più di uno specialista. Negli ultimi anni, il medico curante di base in caso di tosse cronica rimanda spesso i pazienti direttamente allo specialista in otorinolaringoiatra. Ciò ha lo scopo di evidenziare i problemi di diagnosi e la gestione dei pazienti con tosse cronica dal punto di vista otorinolaringoiatra in quanto reflusso gastroesofageo e la sindrome postnasale restano una delle cause più comuni di tosse cronica. Le migliori tecnologie per la diagnosi, test non invasivi e ad alta tecnologia innovazioni radiologici ed endoscopici hanno facilitato le diagnosi per questi pazienti.

Leggi tutto “Tosse cronica e reflusso gastrico”

Rimedi naturali tosse grassa


Come abbiamo accennato nell’articolo dove abbiamo parlato dei rimedi naturali per la tosse in generale, la tosse può essere definita grassa o secca. In questo post vogliamo proporre dei rimedi naturali per la tosse grassa. La tosse può essere definito un meccanismo di difesa che il nostro organismo mette in atto per espellere le sostanze che provocano irritazione alle vie respiratorie. Le cause che possono scatenare colpi di tosse grassa sono molteplici, come ad esempio bronchite, asma, influenza etc.

 

Se in questo inverno rigido dunque sei stato colpito da influenza o peggio bronchite, o comunque ti ritrovi a tossire muco a causa della tosse grassa, di seguito ti elenchiamo dei validi rimedi naturali per calmare la tosse grassa.

Leggi tutto “Rimedi naturali tosse grassa”

Le allergie 2016 colpiscono prima


Gli starnuti, ma non per l’influenza. Il kit di medicine fazzoletti e collirio sempre sotto mano, ma non per i mali di stagione. Perché poi, al tempo delle maniche corte il 1° febbraio, parlare di stagioni non ha più troppo senso. E a rendersene conto per primi sono stati loro: gli allergici. Sentinelle involontarie del cambiamento climatico.

Leggi tutto “Le allergie 2016 colpiscono prima”

3 Rimedi naturali per la Tosse efficaci e gratuiti!

Nell’articolo iniziale dedicato ai rimedi naturali per la Tosse, abbiamo descritto i primi 4 metodi efficaci per dire addio ai colpi di tosse, ma abbiamo anche visto perchè bisogna farlo e perchè la tosse è così fastidiosa sia a livello fisico che sociale. Se vuoi dunque liberarti dai mughi in eccesso o comunque mandar via velocemente qualsiasi tipo di tosse ti attanagli, ecco altri 3 rimedi naturali che faranno in modo di farti smettere di tossire.

  • Timo
  • Pepe Nero
  • Zenzero

Ecco di seguito come usare questi ingredienti naturali per mettere in pratica rimedi efficaci e duraturi, per adulti e bambini.

Leggi tutto “3 Rimedi naturali per la Tosse efficaci e gratuiti!”