Allergie Stagionali: 7 Rimedi Naturali Efficaci

Perché soffrire inutilmente di allergie stagionali quando qualche semplice rimedio naturale può offrirti molto sollievo?

allergie stagionali
allergie stagionali

Condivido i rimedi naturali per le allergie stagionali che trovo siano i più efficaci e che consiglio anche io in erboristeria ai miei clienti. Questi non avranno effetto immediato come un medicinale, ma sul lungo periodo ridurranno le allergie fino a farle scomparire.

Il concetto in sintesi è questo: l’alimentazione e la salute generale possono fare un’enorme differenza quando arrivano le allergie!

Antistaminici Dalla Natura

Persone diverse sembrano avere benefici da differenti rimedi, perciò vale la pena di provare più di una di queste cure alternative per vedere quali funzionano meglio per te.

 

 

 

  1. Fiori di Bach

I fiori di Bach sono efficaci in questo contesto soprattutto per ristabilire l’equilibrio e l’armonia con l’ambiente. Essi ti rendono più sereno, tranquillo e ottimista. Tra questi, in particolare consiglio:

  • Crab Apple: il fiore della purificazione. Aiuta a liberarti di ciò che avvelena il tuo organismo, in questo caso gli allergeni.
  • Beech: si usa generalmente per le intolleranze, qui si può parlare ad esempio di sensibilità al polline o altri agenti esterni. Ti riconnette con lo stato interiore della tolleranza.
  • Walnut: fiore del cambiamento, ti può aiutare nell’adattamento alla nuova stagione.
  • Olive: riaccende potenziale di autoguarigione del corpo, ricarica di energia e di entusiasmo.
  1. Aceto di Mele

Ebbene sì, l’aceto di mele. È un antico rimedio che si raccomanda spesso per più condizioni di salute. La teoria è che abbia la capacità di ridurre la produzione di muco e di depurare il sistema linfatico. Ciò lo rende utile per le allergie e può essere efficacie anche in caso di cattiva digestione o per perdere peso.

Si mescolano semplicemente un paio di cucchiaini di aceto in un bicchiere d’acqua, da bere lontano dai pasti.

allergie stagionali rimedio
aceto di mele contro allergie stagionali
  1. La Quercetina

La quercetina è un bioflavonoide naturale che aiuta a stabilizzare i mastociti per impedirgli il rilascio di istamina. È anche un potente antiossidante che si dice aiuti a ridurre le infiammazioni. Si usa al meglio come rimedio a lungo termine e molte persone iniziano a prenderla circa 4-6 settimane prima della stagione di allergia per prevenire i sintomi.

Come ogni uso di erbe, dovresti prima consultare il medico in particolare se hai problemi al fegato, se si incinta o usi contraccettivi ormonali.

Si trova naturalmente negli agrumi e nei broccoli, ma per assumerne la giusta quantità in questo caso si può ricorrere agli integratori.

  1. Foglie di Ortica

Le foglie di ortica sono un altro antistaminico naturale che può essere davvero efficace poiché blocca naturalmente la capacità del corpo di produrre istamine. Si può assumere in tintura madre, in tisana, ma per sollievo dalle allergie il modo più semplice ed utile sono le capsule di estratto secco delle foglie.

  1. Probiotici

Le allergie sono il risultato di uno squilibrio del sistema immunitario che fa sì che il corpo reagisca troppo fortemente allo stimolo. La presenza di specifici batteri benefici nell’intestino riduce l’insorgenza di allergie.

Accanto ad un’alimentazione sana e varia, puoi consumare cibi fermentati e bevande come il Kombucha o il Kefir, che favoriscono la produzione di flora batterica. Puoi prendere anche capsule di probiotici di alta qualità.

  1. Miele Locale

Non ci sono molte prove scientifiche che attestino i benefici del miele al riguardo, ma sembra ci siano molti riscontri di persone che lo hanno provato. La teoria è che consumare miele locale aiuta il tuo corpo ad adattarsi agli allergeni nel tuo ambiente. Funziona tipo un “colpo” all’allergia e non sembra avere effetti collaterali.

  1. Neti Pot e Irrigazioni Nasali

Il neti pot è uno strumento per le irrigazioni nasali che puoi trovare in erboristerie fornite, negozi indiani o su siti di vendita online tipo amazon. Più semplicemente, gli sciacqui nasali con acqua e sale li puoi fare anche con un bicchiere e a mano, tappando una narice per volta. Oppure si trovano spray nasali di soluzione salina o argento colloidale.

Questa pratica pulisce le cavità nasali dagli allergeni e dalle irritazioni, inoltre asciuga e sterilizza il setto nasale riducendo lo “sgocciolio”.

 

Se provi uno o più di questi rimedi naturali per le allergie stagionali, e ne trai giovamento, condividi la tua esperienza!

 

Le allergie 2016 colpiscono prima


Gli starnuti, ma non per l’influenza. Il kit di medicine fazzoletti e collirio sempre sotto mano, ma non per i mali di stagione. Perché poi, al tempo delle maniche corte il 1° febbraio, parlare di stagioni non ha più troppo senso. E a rendersene conto per primi sono stati loro: gli allergici. Sentinelle involontarie del cambiamento climatico.

Leggi tutto “Le allergie 2016 colpiscono prima”

Intolleranza al caffè: sintomi, cause e rimedi



L’intolleranza al caffè non è rarissima. Essa è dovuta ad una particolare risposta immunitaria alla proteina che si trova in esso. Secondo studi condotti su una popolazione di 30.000 casi di test di intolleranze analizzate dai laboratori della Daphne Lab, l’intolleranza è dovuta a due fattori specifici: abuso di caffè e acidificazione dei tessuti che la sostanza provoca a partire dalla parete gastrica sino al colon.

La caffeina ha importanti e numerosi effetti sul nostro organismo: essa facilita l’aumento del metabolismo corporeo, della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa e l’ossigenazione del sangue. E’ inoltre un potente stimolante e può avere un sensibile impatto sulle persone a metabolizzazione lenta di caffeina. Tuttavia, indipendentemente dalla metabolizzazione, l’intolleranza al caffè presenta precisi sintomi e può essere curata con opportune azioni e i consigli di uno specialista.

Sintomi dell’intolleranza al caffè

I sintomi di un’intolleranza al caffè sono simili a molte altre intolleranze alimentari. Dopo aver assunto la sostanza, il soggetto intollerante può avvertire: lacrimazione e bruciore a naso e occhi con conseguente raffreddore; tosse e respiro sibilante; nausea, vomito e crampi allo stomaco; diarrea e difficoltà nella digestione; eruzioni cutanee e irritazione della pelle.

Rimedi e cura

Se questi sintomi – o uno di essi – appare per la prima volta ed è riconducibile, secondo la persona, all’assunzione di caffè, si consiglia di rivolgersi ad uno specialista in allergie, di norma un allergologo. Questi procederà con l’analisi del soggetto e, una volta individuata l’intolleranza tramite opportuni test ed analisi specifiche, somministrando la cura al paziente. La prima cosa da fare è, come per le altre intolleranze alimentari, la cosiddetta “dieta ad esclusione”. Cioè il paziente non potrà assumere più caffè o caffeina per un tempo limitato di circa 1 mese.

E’ bene prestare massima attenzione a questa fase: bisogna evitare di assumere qualsiasi tipo di alimento o bevanda che contenga caffeina. Non solo il caffè quindi, ma anche alcune tipologie di cioccolato, barrette dietetiche, coca cola, pepsi, red bull ed altre sostanze indicate dal medico. Ma la caffeina non si ingerisce soltanto: essa si trova anche in prodotti erboristici analgesici, cosmetici anticellulite, nonché in molti altre specialità farmaceutiche acquistabili senza ricetta medica.

Dopo questa fase si potrà provare a reinserire l’assunzione di caffeina in determinate dosi e quantità. A questo punto bisogna analizzare le reazioni del soggetto: ogni corpo reagisce in modo diverso, e il paziente sarà tenuto in osservazione nel corso del tempo per valutare l’andamento della cura. Successivamente il medico valuterà se e quali condizioni concedere nuovamente l’assunzione di caffeina o se escluderla completamente dalla dieta del paziente.

Esiste la cura all’intolleranza al lievito?



Negli ultimi anni, la cosiddetta intolleranza al lievito che causa disturbi legati al consumo di alimenti contenenti appunto lieviti, ha colpito e colpisce molte persone. Questo perché la digestione di lieviti produce molti gas intestinali che causano:

nei casi più gravi di intolleranza al lievito si giunge ad avere come conseguenze l’asma bronchiale e la rinite.

Leggi tutto “Esiste la cura all’intolleranza al lievito?”

Intolleranze alimentari test costo






Nel precedente articolo abbiamo visto in modo generico quali sono i migliori test per intolleranze alimentari, in questo vedremo più nello specifico qual è il costo dei test per le intolleranze alimentari analizzandoli uno a uno.

Solo chi è un soggetto allergico può comprendere quanto possa gravare sul bilancio economico familiare l’essere affetto da una intolleranza. Solo chi ha già comprato un test per intolleranze alimentari pagandolo a un prezzo più alto, o le persone allergiche che non sono riuscite a individuare quale fosse l’intolleranza alimentare alla quale sono affetti nonostante aver acquistato un test per intolleranze alimentari online anche a un costo esoso.

Oltre alla classica dieta a esclusione che l’allergologo può indicarci di seguire per individuare quale alimento sia la causa scatenante della nostra intolleranza alimentare, esistono diversi test per intolleranze e ognuno di essi ha un prezzo diverso, scopriamo dunque quale è il costo di tutti i test per intolleranze alimentari.

Leggi tutto “Intolleranze alimentari test costo”

intolleranze alimentari test giusti



Ai nostri giorni si sente sempre più parlare di intolleranze alimentari anche se è un inconveniente che nuoce solo al 2-3% della popolazione italiana, infatti per questi pochi soggetti, il mangiare cibi trattati cosa tollerabile per la maggioranza della popolazione, potrebbe rivelarsi altamente nocivo e provocare reazioni negative sulla salute.

Leggi tutto “intolleranze alimentari test giusti”

Eczema: quali sono le cause



L’eczema è una sindrome morbosa, espressione di un intolleranza della cute verso stimoli di tipo diversissimo. E determinata istopatologicamente da un’infiammazione sierosa, prevalentemente a carico dello strato papillare del derma e da una spongiosi focale dello strato malpighiano dell’ epidermide con successiva formazione di microvescicole.
Due teorie cercano di spiegare l’eziologia e la patogenesi dell’eczema. La prima e la teoria neurogena, secondo cui l’eczema sarebbe legato a un’alterata capacità funzionale del sistema nervoso centrale; è comprovata dall’esistenza di una localizzazione simmetrica delle lesioni cutanee, dalla correlazione fra insorgenza o riacutizzazione della malattia e traumi psichici, da inerzia delle reazioni vasali, da una diminuzione della resistenza alla corrente elettrica e da
un’accresciuta sensibilità cutanea a taluni agenti chimici e, infine, dall’esito positivo che hanno l’ipnoterapia e la somministrazione di tranquillanti.

Leggi tutto “Eczema: quali sono le cause”

Allergie alimentari sintomi: Come si manifesta un’allergia alimentare



Ecco un utile articolo per riconoscere i sintomi delle allergie alimentari, come si manifesta un’allergia ad alimenti, come riconoscere i sintomi e cosa fare in caso di manifestazione della sintomatologia.

Quando il sistema immunitario del nostro organismo è sollecitato da un alimento al quale siamo allergici, reagisce scatenando quella che comunemente viene chiamata reazione allergica ad un alimento.

Un allergia alimentare si manifesta dunque quando il sistema immunitario produce un anticorpo contro quel determinato alimento scatenante.

Nei soggetti allergici è doveroso sapere come si manifestano le allergie alimentari e a quali cibi si è allergici perchè questo tipo di patologia può assumere caratteristiche anche molto serie fino a causare la morte del soggetto allergico.

Nei prossimi paragrafi si parla di:

  • Quali sono gli alimenti che causano allergie
  • Come riconoscere i sintomi delle allergie alimentari
  • Quanto durano i sintomi di un allergia alimentare
  • Cosa fare quando si manifestano i sintomi

Leggi tutto “Allergie alimentari sintomi: Come si manifesta un’allergia alimentare”

Dermatite



Con il termine dermatite si indicano le malattie della cute, caratterizzate prevalentemente da fenomeni infiammatori. Le cause delle dermatiti possono essere:

  • endogene (alimentari, medicamentose, inalanti, da parassiti intestinali, neuro-ormonali, ecc.)
  • esogene (meccaniche, termiche, da sole, da sforzo, da infezioni, ecc.)

La loro localizzazione può essere circoscritta (dermatite topica) o diffusa. Le dermatiti sono state classificate in gruppi in base a particolari che le distinguono.

Tipi di dermatiti

Leggi tutto “Dermatite”

Rimedi per l’orticaria



L’orticaria è una fastidiosissima problematica che si manifesta sulla cute, forse la più fastidiosa. I sintomi dell’orticaria sono i pomfi, ovvero delle macchie sulla pelle più o meno grandi che provocano un grosso prurito nel soggetto colpito dalla fastidiosissima orticaria.

l’orticaria può fare la sua comparsa per diverse cause, un’alimentazione ricca di cibi dei quali si è allergici, una intolleranza a medicine o additivi o può essere causata anche da un forte stress.

Una volta capite sommariamente quali sono le cause e i sintomi dell’orticaria, è giusto parlare dei rimedi utili a far si che questo prurito fastidioso scompaia in modo definitivo.

Leggi tutto “Rimedi per l’orticaria”

Allergie alimentari sintomi sulla pelle



Le allergie alimentari si manifestano con dei che possono variare di livello in base alla complessità dell’allergia, alla gravità e al tipo di manifestazione. L’effetto che può provocare un componente allergene può essere immediato in quelle che vengono definite allergie autopiche.

I sintomi che possono essere come detto in precedenza di entità lieve o acuta vanno da un fastidioso prurito agli occhi ( prurito oculare) a forme di eczema e riniti, o anche con congiuntivite, broncocostrizione, diarrea e vomito e soltanto raramente un sintomo di un’allergia alimentare può essere l’anafilassi.

L’allergia alimentare può causare sintomi sotto forma di reazioni cutanee (già citato eczema) o attacchi d’asma. Un attacco di asma per esempio, può essere provocato dal fatto che sia in atto una infiammazione ai polmoni, Questo tipo di reazioni sono classificate negli studi di allergie alimentari come reattività croniche.

Leggi tutto “Allergie alimentari sintomi sulla pelle”

Allergia



Allergia significa intolleranza e reazione del corpo a qualcosa. Si parla di allergia quando certi cibi o sostanze provocano macchie o prurito (orticaria).
Inoltre si dice che sono allergiche quelle persone che quando respirano l’aria primaverile piena di polline prendono il raffreddore (raffreddore da fieno) o hanno un’improvvisa difficoltà di respirazione (asma) o un’irritazione agli occhi (congiuntivite).

Anche il pelo di animali domestici può provocare dei disturbi allergici e così possono causare un attacco allergico anche pomate, detersivi, tessuti sintetici, fiocchi di lana e di cotone, polvere, rossetti, ciprie e perfino medicine. La sostanza che produce I’ allergia è chiamata allergene.

Leggi tutto “Allergia”