Stasi venosa: Cause sintomi e rimedi dell’insufficienza venosa

Le vene varicose sono spesso sintomo e causa della stasi venosa, una patologia dell’apparato circolatorio da non sottovalutare perchè  collegata ad altri fattori può sfociare in una trombosi venosa.

La stasi venosa è un’insufficiente motilità del flusso sanguigno che scorre più lentamente nelle vene. Quando si verifica una stasi venosa nell’articolato complesso di vene presenti nel corpo umano, si verifica un insufficiente flusso sanguigno dalle parti più estreme del corpo verso il cuore.

Cause della stasi venosa

Non esiste una sola causa scatenante di questa patologia dell’apparato circolatorio, di seguito alcune delle cause che principalmente possono portare ad una stasi venosa:

  • Fibrillazione atriale
  • Stati di immobilizzazione
  • Varici
  • La compressione dei tessuti
  • Insufficienza cardiaca
  • Sangue meno fluido
  • Anemia falciforme
  • dermatite

Dermatite da stasi venosa

dermatite da stasi venosa
dermatite da stasi venosa

La dermatite da stasi venosa è un’infiammazione della cute che spesso interessa caviglie e arti inferiori. La dermatite da stasi prende il nome proprio da quella che è una delle sue principali cause, ovvero la stasi venosa. Una dermatite da stasi venosa non va sottovalutata, perchè essa se non curata può sfociare in patologie più complesse e dolorose come ad esempio le ulcere cutanee e le infezioni batteriche.

Le cause di dermatite da stasi oltre ad essere la stasi stessa sono l’obesità, un’alimentazione povera di proteine, trombosi ed eccessiva sedentarietà. I sintomi della dermatite da stasi venosa invece sono eritemi, prurito, edema della pelle, desquamazione ed indurimento della pelle.

Triade di virchow

Come detto all’inizio dell’articolo, la stasi venosa può sfociare in altre patologie come la trombosi in azione con altre condizioni. La triade di virchow è il termine con il quale vengono identificate le tre cause concatenate che portano a soffrire di trombosi, ovvero:

  • Stasi venosa
  • Ipercoagulabilità
  • Lesioni o disfunzioni

La triade di virchow, che prende il nome dal medico Tedesco che la presentò alla scienza, racchiude in se il concetto che  una trombosi è il risultato di disfunzioni del flusso circolatorio, di danno endoteliale vascolare o alterazioni nella costituzione del sangue.

 

Sintomi della stasi venosa

stasi venosa gambe gonfie
stasi venosa gambe gonfie

Così come sono varie le cause dell’insufficienza venosa, così sono diversi i sintomi che lasciano presagire una stasi venosa. Ogni persona può lamentare uno o più disturbi e non necessariamente gli stessi e della stessa gravità. Ad esempio qualcuno può lamentare un gonfiore alle gambe altri invece possono vedersi realmente privare di una parte della loro motricità degli arti inferiorire, ma generalmente i sintomi della stasi venosa possono essere questi:

  • Crampi notturni ai polpacci
  • Dilatazione delle vene più periferiche e visibili
  • Dolore
  • Gambe gonfie
  • Flebite
  • Ispessimento della cute
  • Trombosi alle vene
  • Vene varicose
  • Ulcere alla pelle

Rimedio naturale stasi venosa

Come sempre consigliamo di informarsi dal proprio medico di fiducia per conoscere i rimedi che la scienza offre per rimediare alla stasi venosa e ad ogni tipo di patologia. Ma al contempo crediamo che come un meccanismo perfetto, la natura ci offra degli interessanti prodotti per trovare rimedio a diversi tipi di patologie, nonchè aiutare la ricerca medica a trovare nuove soluzioni.

Arnica montana cura anche la stasi venosa

L’arnica è una pianta erbacea riconoscibile dai fiori di colore giallo-arancio,ed è una specie protetta perchè sempre più rara da trovare. L’arnica montana cresce sulle pareti scoscese delle Alpi e degli Appennini ed è solita fiorire nel periodo estivo. Va detto che l’arnica è utilizzata per curare diversi disturbi dell’apparato cardiocircolare, ma anche per porre rimedio a reumatismi, strappi muscolari, malattie infettive, polmoniti, febbre e anche per lenire la tosse.

Sono davvero tantissimi gli usi che si possono fare dell’arnica, per questo molti prodotti la contengono come ingrediente principale, come ad esempio Varicofix, noto gel efficace contro le vene varicose causate proprio dalla stasi venosa della quale parliamo in questo articolo. Non solo Varicofix ha al suo interno tale ingrediente, ma molti altri composti farmaceutici e parafarmaceutici o prodotti per la cosmesi.



 

 

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web

2 pensieri riguardo “Stasi venosa: Cause sintomi e rimedi dell’insufficienza venosa”

  1. Gentile Dottori,
    ho 43 anni e da quando ero ragazzina ho delle gambe enormi, decisamente sproporzionate rispetto al resto del corpo (pensi che devo farmi fare gli stivali su misura!). Bevo abbastanza, svolgo regolare attività fisica e seguo un regime alimentare iposodico. Mi è stata nel tempo diagnosticata una leggera insufficienza venosa; soffro di una insufficienza renale, ma i nefrologi consultati hanno affermato che tale patologia non è la causa del gonfiore delle mie gambe. La cosa che mi sconforta è che, nonostante lo stile di vita che seguo da sempre, nonostante i diversi massaggi praticati nel tempo (linfodrenaggio, pressoterapia, etc.), con vari terapisti e in varie strutture (pubbliche e private), nonostante il thè verde ed altri beveroni, farmaci e rimedi erboristici, tutti i miei tentativi per sgonfiarmi non hanno sortito alcun effetto: il thè verde non mi fa urinare particolarmente e, contrariamente a quanto prospettato, non mi è mai capitato di sentire l’urgenza di urinare dopo un linfodrenaggio (qualsiasi terapeuta me l’abbia effettuato). Non so proprio più cosa fare per aiutarmi. Gradirei un Loro consiglio, soprattutto in merito all’eventuale esistenza di strutture (pubbliche o private) esistenti in Campania o anche nel Lazio. Grazie infinite e cordiali saluti.

  2. Se il corpo percepisce che vi è’ carenza di acqua e/o di sale mette in moto meccanismi per evitare di disidratarsi.
    La ritenzione idrica e’ solo Uno dei tanti effetti collaterali che si possono verificare.
    Leggi il libro – Il tuo corpo implora acqua.

I commenti sono chiusi