Pancia gonfia ? ecco 3 rimedi per sgonfiare l’addome


Chi non ha mai sofferto di gonfiore alla pancia? Più o meno tutti abbiamo avuto dei fastidi legati a quel fastidioso senso di gonfiore addominale, subendone un vero e proprio disagio. Spesso ha a che fare con ciò che mangiamo, ma l’alimentazione non è l’unica causa che porta a soffrire di gonfiore di pancia. Cerchiamo di individuare anche altre cause e anche facili e veloci rimedi per mantenere la nostra pancia piatta e sgonfia.

Chi vuole sgonfiare l’addome sa bene che non è solo un discorso estetico, legato a quella orribile sporgenza di grasso e liquidi che spinge chiunque a cercare di dimagrire la pancia, ma anche e soprattutto un terribile fastidio.

Alla fine dell’articolo, 3 validi rimedi per sgonfiare l’addome o per evitare che compaia il fastidioso problema della pancia gonfia.

 

Pancia gonfia cause

Il gonfiore che si nota esternamente, è causato dalla presenza eccessiva di gas accumulati nell’addome, in particolare nell’intestino. Tali gas che si manifestano nell’apparato digerente dell’essere umano, sono per lo più prodotti dai batteri che vivono all’interno del tratto intestinale. La produzione di gas nell’addome che produce il gonfiore addominale avviene anche ogni volta che il cibo sosta per un tempo prolungato all’interno dell’intestino sotto forma di feci che non vengono espulse immediatamente (dopo 3 giorni si parla anche di stitichezza), e gonfiano lo stomaco come un pallone.

Partiamo dal presupposto che tutto ciò è strettamente collegato a quanto mangiamo e a cosa mangiamo. Quindi se siamo consumatori abituali di cibi troppo ricchi di sodio, che nella dose giornaliera non deve superare 1500-2300 milligrammi, come ad esempio le gustose patatine fritte, chiaramente saremo più soggetti ad avere problemi di gonfiore allo stomaco. E’ chiaro che sarebbe meglio consumare più frutta e verdura e sostituire il sale con un mix di spezie,lo Spike, che non contiene sale e non causa ritenzione idrica.

Non solo il sodio, ma anche l’amido contenuto nei carboidrati, rende molto difficoltosa la digestione. Rallenta il processo digestivo anche la troppa assunzione di calcio, del quale sono ricchissimi il nel latte e i suoi derivati, portando a soffrire di un fastidioso senso di gonfiore addominale. In pratica per difendersi in modo naturale dal gonfiore di pancia, bisogna stare attenti a preservare una giusta digestione e che gli organi preposti al transito dei cibi ingeriti, siano tenuti in perfetta pulizia per fare in modo che la velocità di movimento sia tale da non generare gas.

Bisogna dunque fare attenzione anche ai classici dolcificanti artificiali, i cosiddetti light. Essi infatti non vengono scomposti facilmente dal tratto digestivo così come bisogna stare attenti alle bevande gassate ricche di bollicine che disperdendosi nell’addome, riescono a riempire la pancia causando il gonfiore di stomaco.

Pancia gonfia rimedi

 

[newsletter]

Per sopperire al gonfiore della pancia in modo naturale, esistono diversi rimedi utili a sgonfiare l’addome e ad evitare che si riempia di fastidiosi gas.

Finocchio

Il finocchio è un validissimo rimedio naturale per combattere il gonfiore all’addome. Può essere ingerito in qualunque forma (sia cotto che crudo), ma sembra che il suo effetto preventivo per il gonfiore di stomaco sia maggiormente visibile se si assume tale alimento sotto forma di tisana. Una tisana al finocchio può essere bevuta a qualunque temperatura, e dunque può anche essere preparata e portata con se in una bottiglia, per berla lentamente durante tutto l’arco della giornata.

Mela

La mela, ma in genere tutti i cibi con un alto contenuto di fibre, può essere utilissimo nella battaglia contro la pancia gonfia. Il motivo è che le fibre riescono a rendere fluido il movimento intestinale, e a far viaggiare le feci alla giusta velocità non consentendole di rallentare e formare gas.

Mangiare lentamente

Il processo digestivo è spesso messo a rischio dal modo in cui si mangia più che dal tipo di alimenti che si ingeriscono. Anche una pietanza ottima e salutare come la frutta o la verdura, possono portare ad un gonfiore addominale se ingurgitate in grosse quantità in poco tempo. Mangiando lentamente, si può consentire ad ogni organo preposto alla digestione dei cibi, di fare il proprio lavoro sugli alimenti ingeriti man mano che passano attraverso il tubo digerente. Di conseguenza, anche il gonfiore addominale che solitamente si prova dopo aver mangiato non si presenterà, visto che ogni alimento è stato trattato nel modo giusto in ogni fase della digestione, dal trattamento con le ghiandole salivari a quello con i succhi gastrici.

 
[supsystic-show-popup id=101]

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web