trachea

La trachea: anatomia e funzioni


La trachea, presente nell’apparato respiratorio, è un tubo che fa seguito a quello laringeo, e si continua con i grossi bronchi. La trachea è lunga circa dodici centimetri ed ha circa due centimetri di diametro, si estende dalla VI vertebra cervicale alla IV-V vertebra toracica, ed a questo livello il tubo della trachea si divide diramandosi nei due bronchi, destro e sinistro.

Dove si trova la trachea

La posizione anatomica della trachea è il collo, posta davanti all’esofago e risultante coperta dai muscoli sternotiroidei e sternoioidei, che la separano dalla cute. La trachea è costeggiata dai due nervi ricorrenti laringei, che sono contenuti nell’angolo diedro tra trachea ed esofago.

Nel tratto toracico la trachea e situata sul davanti e leggermente a destra dell’esofago, tra le due pleure mediastiniche, dietro i vasi brachiocefalici e carotidei e dietro il timo. In vicinanza della sua biforcazione la trachea e incrociata sulla sua faccia sinistra dall’arco aortico e a destra sfiora la vena cava ed è incrociata dall’arco della vena azigos.

La trachea ed i bronchi

I bronchi si dipartono ad angolo ottuso dalla trachea: quello destro e più orizzontale, é lungo 21 mm ed ha un diametro di 15 mm; quello sinistro e lungo circa 50 mm ed ha un diametro di 11 mm. I due bronchi si dirigono verso il polmone corrispondente ove penetrano accompagnati da un ramo dell’arteria polmonare.
Lo scheletro della trachea e dei bronchi e rappresentato da anelli cartilaginei sovrapposti, incompleti posteriormente, in numero di 16-20 per la trachea, di 6-8 per il bronco destro, di 9-12 per il sinistro. Un connettivo fibroso, che costituisce la tunica fibrosa, allaccia tra di loro gli anelli e li completa posteriormente.

Il tratto fibroso che chiude posteriormente gli anelli cartilaginei presenta nel suo contesto fasci di fibrocellule muscolari lisce, cioè involontarie, la cui contrazione permette variazioni di calibro in questo sistema tubulare. La mucosa e costituita da un epitelio cilindrico a più file di nuclei, vibratile, con intercalate cellule caliciformi mucipare. La sottomucosa contiene numerose ghiandole mucose, sierose o miste.
La laringe riceve sangue arterioso dalle arterie tiroidee, la trachea ed i bronchi dall’arteria tiroidea inferiore, dalla toracica interna, dalle arterie mediastiniche e bronchiali.
I nervi della laringe provengono dal nervo vago (X paio) per mezzo dei nervo laringeo superiore, che innerva tutta la mucosa ed il muscolo crico-tiroideo, e dei nervo laringeo inferiore, che innerva i muscoli intrinseci: i due nervi si anastomizzano sulla faccia interna della lamina tiroidea formando l’ansa di Galeno.

Lascia un commento