La laringe: Anatomia e funzioni

laringe


La laringe e un condotto che fa parte dell’apparato respiratorio e che comincia nella faringe e si continua nella trachea. Essa, oltre a dare passaggio all’aria che in ingresso ed uscita dai polmoni (inspirazione espirazione), è la sede in cui si producono i suoni.

La laringe è collocata anatomicamente nel collo, sul davanti della porzione inferiore della faringe e dell’esofago, in corrispondenza della IV, V, VI vertebra cervicale.

Anatomia della Laringe

La facciata posteriore della laringe, è contestualmente anche la facciata anteriore della faringe, la sua faccia anteriore, ricoperta dai muscoli sterno-ioidei e dalla lamina superficiale della fascia cervicale e media, solleva, in maniera più o meno evidente a seconda se il soggetto e maschio 0 femmina, la cute del collo.

La grandezza della laringe risulta piccola nei primi anni di vita e va incontro ad un notevole accrescimento nell’età della pubertà. Accrescimento più spiccato nel maschio che nella femmina, e a ciò si accompagnano le caratteristiche modificazioni del tono della voce. In un età compresa tra i venti ed i venticinque anni, la laringe raggiunge sia nei soggetti maschi che femmine la sua dimensione massima.
La laringe ha la forma di un cono tronco ad apice inferiore, è alta in media quattro centimetri, larga altrettanto, mentre il diametro antero-posteriore misura in media tre centimetri.

Le cartilagini della laringe

La laringe è formata da uno scheletro cartilagineo composto fondamentalmente da quattro segmenti:

  • cartilagine tiroidea
  • cartilagine cricoidea
  • cartilagini aritenoidi
  • cartilagine epiglottica

La cartilagine tiroidea e formata da due lamine grosso modo quadrangolari unite incompletamente in alto (incisura tiroidea) lungo il loro margine anteriore a formare un angolo diedro. I margini superiori ed inferiori delle lamine sono lisci e diretti orizzontalmente. I margini posteriori si prolungano in alto ed in basso in due processi detti corni tiroidei superiori ed inferiori: questi ultimi si articolano con la faccia laterale dell’arco cricoideo.

La cartilagine cricoide ha la forma di un anello (arco cricoideo) con castone (lamina cricoidea), che e rivolto posteriormente. Il margine inferiore dell’anello, posto su di un piano orizzontale, e unito, tramite una membrana fibrosa, al primo anello tracheale.

Le cartilagini aritenoidi sono a forma di piramide a base triangolare, che poggia sul margine superiore della lamina cricoide. Tra le due cartilagini aritenoidi viene cosi ad essere compresa una incisura a forma
di U, rivolta verso l’alto. Dalla base delle aritenoidi partono due processi, uno rivolto anteriormente, processo vocale, ed uno posteriormente, processo muscolare. In corrispondenza dell’apice, alto e libero, delle aritenoidi si osservano due piccole cartilagini, dette, in base alla forma, corniculate.

La cartilagine epiglottica ha la forma di una foglia ovale con picciolo (peduncolo) rivolto in avanti ed in basso e la base arrotondata rivolta indietro ed in alto.
L’epiglottide e orientata frontalmente alla faccia anteriore e rivolta verso la lingua e la posteriore verso la faringe. La superficie della cartilagine e irregolare per la presenza di fori vascolari e di numerose depressioni ghiandolari.
Le cartilagini della laringe sono tenute insieme od unite alle strutture contigue da legamenti, ma sono mobili le une sulle altre; non solo, ma 1a laringe in toto e capace di cambiare i suoi rapporti con gli organi vicini.
Questi due tipi di mobilita sono garantiti da due ordini di muscoli intrinseci e muscoli estrinseci. I muscoli intrinseci sono tesi tra una cartilagine e l’altra della laringe; gli estrinseci tra la laringe e parti scheletriche od organi vicini. Una membrana fibro-elastica si estende dal margine laterale delle aritenoidi e superiore della cricoide al margine laterale dell’epiglottide: viene cosi completata la parete laterale della parte alta della laringe.
Questa membrana fibro-elastica é suddivisa in due parti: membrana quadrangolare e cono elastico. La membrana quadrangolare presenta due ispessimenti marginali: il legamento ari epiglottico, in alto, ed il legamento vestibolare, in basso. Il cono elastico presenta un ispessimento lungo il margine superiore, legamento vocale, ed uno poco pii1 in basso, legamento crico-tiroideo. Tra i due legamenti (vocale e cricotiroideo) la membrana elastica si assottiglia e si estroflette formando il cosiddetto ventricolo laringeo di Morgagni.
La laringe, completa della mucosa, presenta un imbocco, i1 cosiddetto aditus ad Zaringem, di forma ovale, a grande asse sagittale, obliquo in basso ed indietro, limitato ai lati dalle pieghe ari-epiglottiche, davanti dalla base dell’epiglottide, dietro dall’incisura interaritenoidea.
Con il termine di glottide si intende il punto più ristretto della laringe, delimitato dai due labbri vocali. La glottide e una fessura di forma triangolare a base posteriore. Il movimento dei muscoli estrinseci ed intrinseci permette di regolare l’ampiezza di tale apertura e 10 stato di tensione dei relativi labbri vocali. Ciò comporta che questi ultimi abbiano diversa capacita di vibrare durante il passaggio dell’aria: è questa la base del processo di fonazione.

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web