I lipidi fanno male ? parte seconda





Il consumo di acidi grassi, fa bene alla salute e specialmente a livello vascolare, perché danno fluidità permettendo un ottima funzionalità delle membrane cellulari. Le aree di instaurazione, danno alla molecola una capacità antiossidante, anche se in parte è buono, dall’ altra parte può costituire un problema per il veloce sviluppo della molecola, recando danni alla salute. Per questo motivo, è preferibile, non consumare molti acidi grassi polinsaturi, ma è preferibile assumere acidi grassi monoinsaturi.


Invece con l’ intervento del doppio legame con la figura trans, secondo alcuni studi è risultato dannoso alla salute, perché queste molecole molto spesso non riescono ad essere eliminate dall’ organismo e rispetto alla figura cis, il trans è più rigido e favorisce la chiusura.
Mentre gli acidi grassi senza nessun legame, sono chiamati saturi, però rispetto a gli acidi grassi insaturi, devono essere assunti in quantità minime. Per chi non fosse informato è giusto sapere che come per gli aminoacidi, anche gli acidi grassi appartengono al gruppo omega 3 e omega 6.
I triacilgliceroli, sono formati dalla composizione di tre acidi grassi, con una molecola di glicerolo, dando vita a diverse caratteristiche, non appartenete all’ acido grasso tradizionale. I triacilgliceroli, si trovano quasi sempre allo stato del tessuto adiposo, dando energia e un isolamento termico.



Mentre i fosfolipidi, sono stati generati da l’ unione di una molecola di glicerolo con due molecole di un acido grasso e una di acido fosforico, assegnando al fosfolipide una caratteristica chiamata anfipatica che a sua volta lo rende diverso nelle sue funzioni e sono: la prima è la parte apolare, idrofoba, respinge l’ acqua e tutte liquefazioni acquose; la seconda è la parte polare, idrofila e rispetto alla precedente fa l’ opposto.
Grazie a queste differenze, i fosfolipidi sono i principali producenti delle membrane biologiche.
Mentre il colesterolo è uno steroide, dove è possibile assimilarlo attraverso l’ alimentazione, esso viene espulso liberamente per via fecale.
Per concludere il discorso sui lipidi, secondo la scienza, si consiglia nelle persone sane di assumere il 30% giornaliero della quota lipidica, mentre nel caso del colesterolo è preferibile non superare i 300 mg al giorno. Quindi ricordate , che i lipidi nelle persone sane non comporta nessun danno alla salute, anzi sono molto utili, l’ importante è rispettare le dosi giornaliere.

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web