Fiocchi di avena contro la stitichezza


Abbiamo gia visto in un altro articolo ben 6 rimedi naturali alla stitichezza, oggi ne consigliamo un altro, ovvero, integrare fiocchi d’avena nella propria dieta per combattere la stipsi grazie alle loro proprietà. Di solito questo prodotto è consigliato per chi ha un intestino pigro per il suo alto contenuto di fibre.

 

La differenza tra i fiocchi d’avena e gli altri cereali, è che i primi contengono molte proteine ed acidi grassi. oltre a ciò, i fiocchi contengono un tipo di carboidrati denominati a rilascio lento e dunque in grado di fornire all’organismo un apporto energetico per tempi più prolungati.

A chi fanno bene i fiocchi d’avena?

Come detto in precedenza, assumere questo alimento aiuta a regolarizzare il movimento intestinale fornendo un valido aiuto contro la stitichezza. Non solo chi soffre di stitichezza vede spesso consigliarsi dagli specialisti questo tipo di cereali, ma anche chi soffre di celiachia, ha trovato nei fiocchi d’avena un valido aiuto dove attingere energie per l’organismo.

Come mangiare i fiocchi d’avena per la stitichezza?

Un pasto equilibrato contenente un alto valore proteico e vitaminico vede l’utilizzo dei fiocchi d’avena insiema a legumi. Zuppe di verdure, passati di zucchine, lenticchie, zucca e piselli sono solo alcuni dei prodotti abbinabili con i fiocchi d’avena.

Il motivo per il quale questo alimento è molto indicato per combattere la stitichezza, è che il corpo umano elabora molto più agevolmente cibi come i cereali, la frutta e le verdure, rispetto a cibi più raffinati. Essendo l’avena un cereale dunque molto più digeribile, e ricco di fibre, agevola la scomparsa dei sintomi della stitichezza.

 

 

 

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web