Fai la spesa ? cosa nasconde il supermercato ?

Molti supermercati nascondono molti segreti di cui noi, anche se esperti di edulcoranti, conservanti, additivi e ben attenti alle etichette dei prodotti che acquistiamo, ne siamo completamente all’oscuro.

Ma cerchiamo di capire meglio e approfondire dei piccoli segreti che ci aiutano a scegliere la genuinità di quello che mangiamo. 1. La linea del freddo. Spesso ci preoccupiamo di controllare soltanto la scadenza dei cibi, trascurando l’aspetto con cui si presentano.

E così, pur non essendo scaduti, ci riservano delle brutte sorprese, a causa, spesso, della cattiva conservazione del prodotto che non rispetta le regole che prevedono il mantenimento della merce da frigo ad una giusta e sicura temperatura, quella cioè che dovrebbe contrastare la crescita dei batteri. Ma da febbraio del 2014, esiste Blueline, un’etichetta innovativa che ci indica i prodotti all’interno della linea del freddo. Ciò assicura un aspetto e, quindi, un sapore sano. 2. Il congelamento. Considerato che non sempre, abbiamo il tempo di comprare il pane fresco, avere la possibilità di acquistarlo surgelato è per noi una vera tranquillità. Anche se spesso i prodotti di panetteria surgelati non sono poi così freschi come crediamo. Infatti, questi vengono tenuti, anche per lunghi periodi, in un grande freezer, con lo scopo di prevenirne l’invecchiamento, poi scongelati e venduti nel bancone del fresco, processo cosiddetto “parbaking”. Stessa storia per la carne che viene prima congelata, poi scongelata e, infine venduta per fresca, mentre invece il rischio batteriologico è altissimo. 3. L’illuminazione. Forse non tutti sanno che, nei supermercati, anche il posizionamento delle luci viene dettagliatamente studiato per far apparire i cibi più freschi, attraenti e deliziosi, ad esempio le carni vengono illuminate con le luci rosse, mentre per la frutta e verdura si usano quelle verdi. Attenti quindi a verificare attentamente i cibi, al di là delle luci, per evitare di acquistare prodotti non freschi. 4. La data di scadenza. Sicuramente la controlliamo tutti, ma non tutti sanno che vi sono cibi, quelli del supermercato ad esempio, che hanno una data di scadenza differente. Non c’è da stupirsi che le grandi catene decidano di cambiare la data di scadenza, continuando a vendere un prodotto fino a quando avrà un aspetto sano. Esistono poi tante altre tecniche di vendita e altrettante strategie in grado di difenderci dall’acquisto di cibi sbagliati e non freschi che possono provocare danni alla nostra salute.

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web