Esiste la cura all’intolleranza al lievito?

intolleranza al lievito



Negli ultimi anni, la cosiddetta intolleranza al lievito che causa disturbi legati al consumo di alimenti contenenti appunto lieviti, ha colpito e colpisce molte persone. Questo perché la digestione di lieviti produce molti gas intestinali che causano:

nei casi più gravi di intolleranza al lievito si giunge ad avere come conseguenze l’asma bronchiale e la rinite.

Questi disturbi sono legati maggiormente all’ assunzione di lieviti, ma potrebbero derivare anche da tutti quegli alimenti che provocano fermentazione senza contene lievito e che causano sintomi analoghi a quelli dell’intolleranza al lievito.

Se non si capisce subito il problema, si rischia di andare incontro a malassorbimento e calo ponderale causato da difficoltà intestinale di assorbire i nutrienti, così’come succede quando si è affetti da celiachia.

Cerchiamo di capire cosa sono i lieviti, perché provocano intolleranza e come combatterla. Organismi unicellulari appartenenti alla famiglia dei funghi o, nel gergo quotidiano, tutte quelle sostanze che provocano gonfiore e aria intestinale, i lieviti in cucina, si distinguono in due famiglie.

Il lievito naturale come:

  • lievito madre
  • il lievito di birra
  • kefir e pasta acida
  • biga
  • lievitino
  • pasta di riporto

Il lievito chimico come il:

  • bicarbonato di sodio
  • bicarbonato di ammonio
  • cremore di tartaro
  • l’acido tartarico

La differenza tra questi due lieviti sta nel fatto che il lievito naturale produce una lievitazione tramite fermentazione di microbi, mentre il lievito chimico non produce fermentazione. Pochi sono i test attendibili, che riescono a riscontrare un’intolleranza ai lieviti. Spesso bisogna procedere alla dieta ad esclusione che consiste nell’eliminare un alimento per volta dalla nostra dieta per un periodo di tempo che va dalle due alle quattro settimane, in modo da valutare i miglioramenti dovuti alla remissione dell’infiammazione intestinale.

Parlando di intolleranza al lievito, non possiamo non sottolineare che tra gli alimenti che dobbiamo evitare troviamo i prodotti da forno come pane, crackers, grissini, fette biscottate etc. I formaggi freschi e stagionati, le bevande fermentate ed alcoliche, i condimenti come dadi e brodi vegetali, maionese, i funghi, lo yogurt, il miele ed alcuni farmaci ed integratori.

La cosa importante da fare per le intolleranze al lievito, è curare la nostra alimentazione quotidianamente, assicurandoci di mangiare sempre prodotti di stagione e possibilmente di origine biologica.

Sembra che sia davvero un peccato scoprire di essere intollerante al lievito, perchè è considerato un alimento che può migliorare non solo il nostro stato di salute, ma anche aiutarci a curare pelle e capelli.

La funzione che consente al lievito di essere così importante per il benessere e salute del corpo umano è quella di trasformare in energia proteine, lipidi e carboidrati grazie alla massiccia dose che porta con se di vitamina B.

 

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web