Digiuno depurativo: Disintossicarsi con il digiuno terapeutico

8 minuti

Il digiuno depurativo o terapeutico, non è solo l’astenersi dal mangiare dopo aver ingurgitato cibi in quantità maggiori durante periodi festivi, o dopo cene con amici, ma è un processo terapeutico da seguire per liberare il proprio organismo dalle tossine e disintossicarlo dagli agenti tossici. Un digiuno depurativo non è solo il classico e restrittivo digiuno totale dagli alimenti, che tra l’altro non è sempre consigliabile da adottare per purificare l’organismo. Il digiuno depurativo terapeutico può essere anche fatto mangiando solo determinati alimenti, ad esempio frutta e verdura. Tali alimenti mangiati durante il digiuno terapeutico, possono aiutare a prevenire malattie, ma anche a disintossicare il corpo da tossine e limitare i liquidi in eccesso.

Sei qui perchè hai sentito parlare di un sistema che in 5 giorni tenendo alta la temperatura del corpo, puoi riuscire ad ALLUNGARE la vita e PREVENIRE il 50% delle patologie future? il resto lo leggerai dopo, clicca qui guarda il video ed informati.

oltre ad essere una terapia che può essere limitata a determinati tipi di alimenti, il digiuno depurativo è una pratica che viene svolta in un lasso di tempo predeterminato. Esistono infatti digiuni depurativi che durano 1 giorno oppure 3 giorni.



Il digiuno terapeutico, o digiunoterapia si basa su alcuni punti fondamentali che sono:

  • Sostituire cibi solidi con liquidi
  • Integrare l’alimentazione con integratori
  • Non bere alcol
  • Non bere caffè
  • Non bere bibite gassate
  • Non fumare
  • Dormire dalle 8 alle 10 ore al giorno
  • limitare le attività lavorative
  • Evitare eccessi di ogni genere

I fautori del digiuno terapeutico depurativo, pensano che grazie a questo tipo di terapia, si possa riuscire a rivitalizzare l’organismo e tutte le sue funzioni vitali, ridare vitalità ad ogni organo interno fino a rendere più radiosa la pelle. Durante il digiuno depurativo è bene concentrarsi su ciò che si sta facendo e su se stessi.

Era doveroso spiegare cos’è il digiuno terapeutico detto depurativo, adesso continuando nella lettura potrai scoprire tra le altre cose:

  • Pro e contro del digiuno depurativo
  • Come preparare il proprio corpo al digiuno
  • A chi è sconsigliato
  • Il digiuno depurativo fa dimagrire o ingrassare?

Quelle appena elencate sono solo alcune delle informazioni che sono contenute di seguito, se vuoi rivitalizzare il tuo corpo o semplicemente informarti meglio sulla terapia del digiuno continua a leggere.

Digiuno depurativo: pro e contro del digiunare

digiuno depurativo pro e contro

Digiunare non è una pratica consigliabile sempre ed a chiunque, come abbiamo accennato all’inizio dell’articolo e dunque per far comprendere meglio ribadiamo il concetto ed elenchiamo di seguito una serie di pro e contro che si possono incontrare nell’attuazione di una digiunoterapia depurativa.

Digiuno depurativo e terapeutico: Pro

Tra i tanti pro della digiuno-terapia, possiamo elencare sicuramente l’eliminazione delle tossine dal corpo, dei liquidi in eccesso e di una maggior purificazione del tratto intestinale. Molti dei mali ai quali l’organismo dell’uomo è esposto, derivano proprio dagli eccessi di assimilazione di tossine, sostanze tossiche e metalli pesanti i quali riescono a rendere difficile lo svolgimento delle proprie funzioni ad organi come fegato, reni, stomaco e soprattutto intestino. Avere un eccessiva quantità di liquidi da espellere invece, può portare a patologie antiestetiche come la cellulite, o a squilibri intestinali come la stitichezza che può essere favorita dall’eccessiva quantità (o anche deficit) di liquidi. La digestione è uno dei processi più importanti nel nostro corpo, e dunque digiunare può essere un valido aiuto affinchè questo processo riesca ad essere svolto correttamente dagli organi preposti dopo essere stati messi a dura prova dalle classiche abbuffate dei giorni festivi.

Digiuno depurativo: Contro

Il digiuno non è terapeutico per tutti, e dunque è utile farsi consigliare sempre da esperti e specialisti prima di avventurarsi in tale terapia. Il primo contro che ha il digiuno depurativo, può essere quello che a causa della mancanza delle solite quantità di alimenti, l’organismo potrebbe andare in deficit di energie andando a ricercarle dai depositi grassi e dalla massa magra che compone l’organismo. Tali mancanze, potrebbero rendere il digiuno depurativo non al 100% terapeutico per l’apparato digerente per il quale abbiamo elencato anche dei pro. Il digiuno terapeutico inoltre, potrebbe portare dell’irregolarità nel ciclo mestruale delle donne e rendere poco fertili gli uomini.

Per chi è sconsigliato il digiuno depurativo

digiuno depurativo a chi è sconsigliato

In linea di massima ribadiamo il concetto che prima di pensare ad affrontare un digiuno depurativo bisogna consultare il proprio medico, ma esistono delle categorie di persone affette da determinate patologie alle quali è assolutamente sconsigliato provare a fare la digiunoterapia e sono:

  • Persone con problemi cardiocircolatori
  • Persone con esofagiti
  • Qualunque forma di cancro
  • Persone con deficit proteici
  • Persone con deficit nutrizionali
  • Diabetici e con glicemia alta
  • Soggetti affetti da steatosi
  • Durante la gravidanza e dopo il parto

 

Preparare il proprio corpo al digiuno

Se nel periodo Natalizio o Pasquale avete abusato di cibi e condotto una vita sregolata, e pensate che domani sia il giorno giusto per iniziare il digiuno di depurazione corporea vi sbagliate. La digiuno terapia è un processo graduale al quale bisogna preparare il proprio corpo a cambiare il proprio stile alimentare.

Come prima cosa, per affrontare un digiuno depurante, bisogna iniziare per una durata simile alla durata della terapia, a prepararsi iniziando a dormire di più, allentare la presa verso alimenti gustosi, rallentare i ritmi lavorativi ed evitare vita mondana.

Per prepararsi al digiuno depurativo bisogna dunque:

  • Dormire di più ogni notte (se dormite 8 ore dovete farlo per 10 ore)
  • Diminuire il ritmo di lavoro ( per non accumulare stress)
  • Diminuire la quantità di cibi solidi ingeriti
  • Aumentare il consumo di cibi liquidi ( favoriti i succhi di frutta)

Digiuno depurativo: Dimagrisci o ingrassi?

Ci sono alcune testimonianze che affermano che dopo aver applicato la digiunoterapia hanno appurato un aumento del peso corporeo dopo alcuni giorni dall’inizio del digiuno terapeutico. Tale aumento di peso è probabilmente dipeso dal fatto che la sopraggiunta carenza di alimenti ingeriti rispetto alla normale alimentazione, può far rallentare il metabolismo ed in contrapposizione far attingere dalla massa magra le sostanze nutrienti sufficienti al fabbisogno energetico. Ne consegue una perdita di massa magra e non grassa, che può far aumentare il peso corporeo se nella fase successiva al digiuno depurativo non ci si controlla nell’ingerire quantità di alimenti.

Il medesimo processo appena accennato, può essere la prova del fatto che il digiuno terapeutico faccia effettivamente dimagrire ma non nel modo giusto. Se si chiama digiuno depurativo ci sarà un motivo no? tale pratica serve a depurare l’organismo e non a perdere i chili in eccesso, per questi ultimi c’è bisogno di adottare diete e strategie alimentari diverse e personalizzate.

Attingendo sostanze nutritive dalla massa grassa, si attiverà un campanello d’allarme nell’organismo che farà in modo che il metabolismo rallenti per sopperire al calo nutrizionale. Il peso perso con il digiuno depurativo sarà dunque quello della massa magra e non della massa grassa messa al riparo dal meccanismo col quale il corpo inizia a bruciare meno calorie.

A nostro avviso è meglio lasciare il digiuno terapeutico a quelle fasi pre e post interventi dove c’è bisogno di purificare e rilassare l’intestino e dove il corpo contestualmente viene alimentato da flebo ed integratori.

Digiuno Terapeutico Longo

In rete viene ricercato molto il digiuno terapeutico Longo da quando la giornalista Nadia Toffa della trasmissione televisiva le Iene di mediaset, si è sottoposta a provare la dieta detta “mima digiuno”. Il digiuno terapeutico del dottor Longo, appunto la dieta mima digiuno, consiste  nella eliminazione  graduale in 5 giorni di ogni alimento solitamente ingerito fino ad arrivare al 5° giorno praticamente digiunando. Il digiuno terapeutico del dottor Longo, ricercatore e direttore di Gerontologia della California, dimostrerebbe che senza assumere proteine, non vengano stimolati i recettori della crescita, le cellule attivino una protezione naturale che da un lato allunga la vita e dall’altro consente di vivere una vecchiaia al riparo da patologie gravissime come i tumori ed anche il diabete.

Di seguito un video che parla a 360 gradi della dieta mima digiuno del dottor Longo, arricchito del servizio delle Iene.

 

 

Digiuno terapeutico di Veronesi

Il fu illustre Oncologo Umberto Veronesi, anni addietro ha scritto e pubblicato un libro dal titolo inequivocabile: “Dieta del Digiuno Perdere peso e prevenire le malattie con la restrizione calorica”.  Leggendo il titolo del libro si intuisce il percorso che Veronesi ci ha voluto tracciare.  Veronesi nel suo libro è andato dritto e concretamente al punto essenziale, ovvero che mangiare troppo fa male. Secondo Veronesi l’utilità del digiuno terapeutico è data dalle stesse patologie gravi che attanagliano l’umanità. Abusare di condimenti, mangiare cibi cosiddetti spazzatura, eccedere con le porzioni, sono tutte abitudini alimentari da eliminare per prevenire un grosso numero di malattie legate all’alimentazione. Un digiuno terapeutico secondo Veronesi, può aiutare l’organismo a non assorbire tossine, ma solo se diventa un vero e proprio processo alimentare.

Digiuno terapeutico dott. Simeone

Uno dei massimi esperti in digiunoterapia è il Dott. Simeone, che da oltre 35 anni ne studia gli effetti. Proprio tale esperienza ha fatto in modo che il dott. Simeone sia riuscito a mettere a fuoco determinati problemi riguardo al digiuno terapeutico. Secondo il dottore esistono tanti modi per digiunare e tale termine non è sinonimo di alimentarsi soltanto con liquidi e acqua ma è una vera e propria arte.




Uno dei concetti chiave del digiuno terapeutico del dottor Simeone, è quello di aumentare la temperatura corporea del paziente. Le motivazioni di questo concetto sono spiegate egregiamente in questo video.

Lascia un commento