Dermatite

dermatite luetica





Con il termine dermatite si indicano le malattie della cute, caratterizzate prevalentemente da fenomeni infiammatori. Le cause delle dermatiti possono essere:

  • endogene (alimentari, medicamentose, inalanti, da parassiti intestinali, neuro-ormonali, ecc.)
  • esogene (meccaniche, termiche, da sole, da sforzo, da infezioni, ecc.)

La loro localizzazione può essere circoscritta (dermatite topica) o diffusa. Le dermatiti sono state classificate in gruppi in base a particolari che le distinguono.

Tipi di dermatiti

 

Le dermatiti allergiche, come l’orticaria semplice, l’orticaria gigante o edema di Quincke, si manifestano con eruzione cutanea  (circoscritta o diffusa) di pomfi rosei, rossi, porcellanacei, pruriginosi, di forme e dimensioni varie, con malessere, brividi, talora con febbre; il decorso acuto di pochi giorni può cronicizzarsi per mesi e anni.

Le dermatiti eczematose hanno una patogenesi allergica con interferenze di fattori costituzionali; si evidenziano con eruzioni multiple di tipo spongiotico-vescicolare, umide, pruriginose, apiretiche, non suppurative, non contagiose, confluenti, a progressione bilaterale e talora simmetrica, spesso a decorso cronico o con frequenti recidive; tale obiettività polimorfa ed evolutiva varia nei diversi soggetti e anche nello stesso soggetto, secondo le regioni colpite. La dermatite può complicarsi per la sovrapposizione di infezioni.

dermatiteperiorale

Le dermatiti eritrodermiche che sono eritemi flogistici, vescicolo-edematosi-essudanti o secchi desquamativi a piccole o larghe lamelle, persistenti e generalizzati, spesso accompagnati da febbre e stato generale grave. In base all’ agente patogeno dermatiti eritrodermiche si suddividono in:

    • primitive (dermatite esfomalattia di Wilson-Brocq, la pitiriasi rubra di Hebra)
    • infettive (da piogeni)
    • premicosiche (da micosi fungoide)
    • tossiche (da arsenico, oro, bismuto, mercurio ecc.)
    • leucemiche.

Questo tipo di dermatite può anche complicare altre dermatiti.

Le dermatiti tubercolari sono infezioni kochiane a livello cutaneo e possono avere aspetti molteplici (verrucoso, gommoso, luposo, ulceroso, ecc.)

Le dermatiti luetiche si verificano durante il periodo secondario della sifilide.

L0062303 Tertiary syphilitic ulceration of the scalp

Le dermatiti piogeniche hanno un’eziologia microbica (vedi piodermiti).

Le dermatiti da micosi cutanea sono affezioni parassitarie infettive, dovute a miceti o funghi, eumiceti, che hanno la capacità di aggredire la cheratina epidermica e gli annessi cutanei cornei, peli e unghie. e anche tessuti profondi (micosi granulomatose).


La dermatite erpetiforme di Duhring, detta anche il dermatite polimorfo-dolorosa di Brocq, a eziologia ignota, si evidenzia con eruzioni di lesioni polimorfe e figurate, quali chiazze eritematose o pomfoidi, papule, vescicobolle, isolate o confluenti sul tronco, sugli arti, sul volto, con prurito, bruciore e dolore; colpisce soggetti di tutte le età e la donna in gravidanza o puerperio. Infine le dermatiti psoriasiche hanno un’eziologia tuttora ignota benché numerose teorie tentino di spiegarne la patogenesi, c’è da dire comunque che non sono contagiose.

Autore: Carmen Vip

Esperta conoscitrice del benessere psico fisico dell' essere umano. Ama scrivere articoli sul benessere a 360°, salute, nutrizione, bellezza, per dare consigli gratuiti agli utenti del web